I “diktat” che guidano le donne nella scelta del proprio smartphone

0
93

Mamme e tecnologia, due mondi paralleli? Ci sono voluti anni per combattere lo stereotipo secondo cui alle donne, e ancor di meno alle mamme, non interessassero i dettagli tecnici e tecnologi dei device di uso comune.

In passato la donna era la beneficiaria principale di tutti gli elettrodomestici, ma relegata in un ruolo di destinataria “passiva” nella scelta e nella capacità di saperli maneggiare. Ora non è più così, anche grazie al fatto che i dispositivi come gli smartphone sono diventati più intuitivi e facili da utilizzare.

In occasione della Festa della Mamma, Wiko – il brand di telefonia portavoce del lusso democratico – in collaborazione con Nielsen azienda globale leader nella misurazione e analisi dati che fornisce la più completa e affidabile visione al mondo sui consumatori e sui mercati, ha voluto far luce sulle caratteristiche che guidano le donne nell’acquisto degli smartphone a marchio Wiko.

Perché le donne non odiano affatto la tecnologia e, men che meno, lo smartphone. Lo smartphone può essere un regalo ideale per celebrare la Festa della Mamma se conforme a determinate caratteristiche.

Nielsen ha intervistato 4.500 possessori di smartphone di cui oltre 930 donne, tra Nord, Centro e Sud Italia, nel target 25-49 anni, tramite sondaggio online (CAWI) ed è emerso che, per questo target i 4 principali driver di acquisto sonoil rapporto qualità/prezzo, la semplicità di utilizzo, l’essenza giovanile del brand e l’attenzione al design.

Se l’importanza della variabile prezzo per un brand come Wiko, che ha sempre fatto della “democratizzazione della tecnologia” il suo obiettivo, non stupisce, l’analisi è voluta andare più nel profondo sulle altre variabili, indagando e sostanziando alcuni nessi.

Il 64% del campione delle donne più giovani (25-34) dichiara infatti di essere d’accordo o molto d’accordo con l’affermazione relativa all’importanza della facilità di utilizzo degli smartphone Wiko.

Le mamme di oggi fanno del multitasking la loro regola. Super organizzate, acrobate tra lavoro, famiglia, amici, passioni e impegni, necessitano di un’ottimizzazione funzionale del loro tempo. L’utilizzo di un device di uso comune come lo smartphone diviene non solo parte di questa routine, ma soprattutto un aiuto fondamentale tra una scadenza e l’altra.

Uno smartphone semplice, intuitivo, razionalizzato e perfettamente organizzato è il lascia passare per una giornata tipo di una giovane mamma italiana.

Nella classifica dei driver d’acquisto, il 60% delle donne tra i 25 ed i 34 anni riconosce al brand Wiko un carattere giovanile, in grado di esaltare freschezza e giovane età del target.

Se dunque da una parte lo smartphone è un oggetto funzionale, dall’altra è anche il più personale di tutti e che necessariamente comunica qualcosa del suo possessore.

Va da sé che con il 52% dei consensi delle donne 35-49 anni diviene il design unadelle caratteristiche di fondamentale importanza nell’acquisto degli smartphone a marchio Wiko.

Stando ai dati emersi dallo studio Nielsen, per il target donne 35-49 il design è infatti un fattore di scelta sensibilmente più importante rispetto a quanto non lo sia per il totale degli intervistati. Per le donne di questo target è impensabile quindi rinunciare all’eleganza, alle forme e al colore di uno smartphone.

Lo smartphone non è un accessorio di moda, da cambiare a seconda dell’outfit, bensì un personal device che fornisce informazioni essenziali sulla persona che lo possiede: dal colore più o meno originale, allo schermo – ormai sempre più full screen -, ai materiali premium.

Quindi sì al regalo tecnologico. Sì a celebrare le mamme con un device di ultima generazione, ma solo se davvero rispondente a quello che cercano e necessitano. Le mamme di oggi rinunciano volentieri ai fronzoli, dicono no all’innovazione fine a sé stessa, dando il benvenuto alla praticità.