Microsoft al fianco di Regione Calabria per una trasformazione digitale

0
46

Microsoft al fianco di Regione Calabria per una trasformazione digitale all’insegna del Cloud Computing e del lavoro moderno

Regione Calabria collabora con Microsoft nell’ambito della propria Agenda Digitale e di un piano di investimento di oltre 10 milioni di Euro, focalizzato sul Cloud Computing e su moderni strumenti di lavoro in una logica di maggiore efficienza e sicurezza. Il percorso di riorganizzazione delle Regione, iniziato nell’ultimo triennio con la centralizzazione delle funzioni presso la nuova sede “La Cittadella” di Germaneto (CZ), ha, quindi, trovato un valido alleato in Microsoft, con cui è in corso una collaborazione per la trasformazione digitale dell’Ente. A partire dalla necessità di ottimizzare il sistema informativo e le postazioni di lavoro, semplificando i processi e garantendo sinergia tra sede centrale e sedi periferiche, è infatti stato dato avvio a un ampio progetto di innovazione ancora in essere. Obiettivi: rendere più efficiente l’attività dei circa 4000 dipendenti e consulentimettere in sicurezza gli strumenti di lavoro rispetto alle normative, e garantire continuità operativa alla struttura, il tutto con il fine ultimo di offrire un miglior servizio alla cittadinanza.

Regione Calabria sta procedendo speditamente con il progetto di ammodernamento delle postazioni di lavoro. Dopo un censimento del parco macchine, è stato selezionato un mix di soluzioni Microsoft in virtù delle garanzie di sicurezza offerte: il moderno sistema operativo Windows 10, la suite di produttività Office Professional, il servizio di Cloud storage One Drive e la piattaforma per la collaborazione SharePoint. Il processo di approvvigionamento è attualmente in itinere attraverso le convenzioni Consip ed è stato creato un team IT ad hoc per la gestione delle postazioni di lavoro.

Non solo, Regione Calabria ha scelto anche di utilizzare la piattaforma Cloud di Microsoft, Azure, puntando a ottenere massime garanzie in termini di Business Continuity e Disaster Recovery. Il processo di virtualizzazione è partito nel 2018 ed è ancora in corso, con l’obiettivo di ottimizzare la gestione centralizzata dei processi, mettere in sicurezza i carichi di lavoro e semplificare un accesso protetto ai dati per una migliore condivisione e collaborazione.

Il progetto di trasformazione digitale in collaborazione con Microsoft fa parte di un più ampio piano d’investimenti supportati dai fondi comunitaricon cui Regione Calabria intende guardare oltre e innovare in una logica di lungo termine per tenere il passo con le altre Regioni e in generale con l’Europa, recuperando efficienza e garantendo sicurezza. Laddove prima esisteva una gestione IT frammentata, ora possiamo far leva su una gestione centralizzata e più sinergica delle postazioni di lavoro e su una maggiore efficienza nell’impiego delle risorse IT. I nostri dipendenti stanno già beneficiando di strumenti di lavoro più moderni e di soluzioni per la collaborazione, con cui ci proponiamo di migliorare la condivisione di informazioni e di ottimizzare la produttività. L’utilizzo di tecnologie innovative e d’efficientamento a 360°, ci consentirà anche di essere compliant con le normative sulla cybersecurity, tra cui il GDPR. Lo scopo ultimo è ottimizzare i flussi per offrire un miglior servizio ai circa 2 milioni di cittadini che risiedono sul nostro territorio”, ha dichiarato Alfredo Pellicanò, Responsabile della Transizione al Digitale della Regione Calabria.

Le scelte di oggi hanno profonde implicazioni sul domani e questo Regione Calabria lo ha compreso, dimostrando grande lungimiranza nella propria strategia di trasformazione digitale, a cui siamo felici di poter contribuire con alcuni progetti che consentiranno all’Ente di recuperare efficienza e di migliorare il servizio alla cittadinanza. Far leva su moderni strumenti di lavoro è un passaggio fondamentale per sostenere la produttività della PA e per abilitarne un’azione sempre più efficace a supporto della competitività del territorio. Secondo la Commissione Europea, l’Italia è il Paese con più ostacoli agli investimenti, in particolare nell’ambito della PA e sul fronte della digitalizzazione. Sono necessari investimenti per rafforzare la capacità amministrativa, il capitale umano e l’innovazione, nonché per ridurre le disparità regionali. Ecco perché l’esperienza di Regione Calabria è interessante e siamo sicuri che grazie alle nuove tecnologie, saprà mettere in moto un meccanismo virtuoso che parta dai dipendenti e approdi ai cittadini e alle aziende del territorio”, ha commentato, Simonetta Moreschini, Direttore della Divisione Pubblica Amministrazione di Microsoft Italia.